Brand Archetypal: lo strumento che definisce l’identità del brand e rivoluziona strategia e storytelling

Chi si occupa di social media marketing sa che la strategia è sempre fondamentale.
Ma come si individua la strategia giusta per ogni brand? Analizzando storia, posizionamento, mission e valori dell’azienda, tanto per incominciare.

Ma anche con uno strumento in più: si chiama brand archetypal. 

Costruire un brand sfruttando gli archetipi di Jungh

Dalla psicologia al marketing: non è un passaggio insolito. Per creare una brand identity credibile il primo passo è infatti conoscere i consumatori, le loro caratteristiche e i loro desideri. E chi meglio di uno psicologo può farlo?

Carl Gustav Jungh ha individuato gli archetipi o attivatori di emozioni che possono definire qualunque essere umano. Sono stabilità, indipendenza, cambiamento e appartenenza. Tanti archetipi sono presenti in un singolo individuo, ma uno solo di essi è predominante rispetto agli altri.

Archetypal e storytelling: scopri il tuo consumatore

Ogni brand ha una personalità e quindi una storia archetipica che è possibile mettere in risalto in modo strategico per avvicinarsi ai consumatori e coinvolgerli facendo leva su emozioni condivise.

Se vogliamo costruire una brand identity efficace dobbiamo entrare in contatto con le emozioni del nostro pubblico. Mostriamo al consumatore che le aspirazioni della marca sono le sue aspirazioni e in questo modo sceglierà il brand e si affezionerà a esso.

Ogni marca ha un archetipo dominante, prima cosa da fare è individuarlo.

I 12 archetipi che fanno volare il brand!

I 12 archetipi della psicologia sono: Innocente, Saggio, Esploratore, Eroe, Mago, Ribelle, Uomo Comune, Burlone, Amante, Angelo Custode, Sovrano, Creatore.

Proviamo adesso a collegare questi archetipi ad alcuni brand famosissimi per dimostrare la loro forza.

  • Archetipo Innocente: il brand valorizza il bene, l’autenticità e la coerenza. Come Mulino Bianco e Dove.
  • Archetipo Saggio: il suo punto di forza è la grande conoscenza. Come CNN e Google.
  • Archetipo Esploratore: ambizione e gusto per la sfida lo distinguono. Un esempio: The North Face.
  • Archetipo Eroe: forza e potenza, dinamismo. E’ il caso di Nike e BMW.
  • Archetipo Mago: immaginazione più innovazione uguale Apple e Disney, ad esempio.
  • Archetipo Ribelle: è trasgressivo e ama distinguersi da tutti, come Mini e Harley Davidson.
  • Archetipo Uomo Comune: semplicità, concretezza e utilità sono i suoi punti di forza. Amazon e Facebook sono casi classici.
  • Archetipo Burlone: è allegro e divertente come Fanta e Ritz.
  • Archetipo Amante: stimola l’immaginazione ed è romantico come Victoria’s Secret.
  • Archetipo Angelo Custode: equilibrio, armonia e sicurezza sono le sue caratteristiche. Due esempi: Volvo e UNICEF.
  • Archetipo Sovrano: è un leader autorevole, detta legge. Come Rolex e Mercedes-Benz.
  • Archetipo Creatore: innovatore, anticonformista come Lego e Microsoft.

E il tuo brand che archetipo è? Individualo, ti sarà utile per comprendere il tuo tratto distintivo e dare la direzione giusta alla comunicazione.

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Altre curiosità

Gli hashtag su LinkedIn servono davvero?

Nel panorama digitale odierno, le aziende si trovano di fronte a una sfida costante: attirare, coinvolgere e trattenere i clienti, distogliendo la loro attenzione dalla miriade di informazioni e stimoli visivi presenti sul web.

Open the chat
Do you have a question for me?
Hello 👋
Can I help you?